INTERVISTA A VICKY DI RADIO 105 MIAMI

INTERVISTA A VICKY DI RADIO 105 MIAMI

Ho conosciuto Vicky e suo marito Dj Erasmo 13 anni fa, quando un giorno mi intrufolai nello studio di Radio 105 Miami sulla Lincoln Road. Ricordo che quando entrai ero così emozionata da non riuscire a spiaccicare una parola, ma dopo 5 minuti mi sembrava di essere sempre stata lì con lei, perché Vicky, oltre ad essere simpatica, coinvolgente, intelligente, ironica ha anche un’empatia pazzesca tanto che sarebbe capace di far sentire a proprio agio perfino un eschimese sulle spiagge bollenti di Miami Beach.

Da quel momento non ho mai smesso di seguire il suo programma (http://www.105.net/miami), soprattutto ora che sono in Italia e poter vivere l’emozione di una trasmissione radiofonica trasmessa dalla mia adorata Miami non ha prezzo. E poi ci sono i meravigliosi video sulla vita diurna e notturna di Miami che Vicky ed Erasmo ci regalano su Facebook (https://www.facebook.com/105Miami/). Una vera droga per gli addicted alla Magic City!

Qualche giorno fa le ho mandato un messaggio di auguri, qualche foto dei miei gatti (condividiamo l’amore per gli amici pelosi) e una domanda: “Cara Vicky, me la rilasci un’intervista per il mio blog?”.

Dictum factum

Ed eccola qua… tutta per voi!

Ciao Vicky, raccontaci come ci sei arrivata a Miami. Quanti anni fa?

Ciao Elena! Sono arrivata a Miami 19 anni fa con mio marito Erasmo, con un progetto di Radio 105 che era quello di fare un programma estivo dall’America, dalla città appunto di Miami. Doveva essere solo un programma di tre mesi, luglio, agosto e settembre e invece venne prolungato fino alla fine dell’anno e poi, visto l’esito positivo e il successo riscosso dal pubblico, da allora non è mai terminato!

Il programma è nato come “Miami Beach Party” e solo successivamente è stato chiamato “105 Miami”. Andiamo in onda nel weekend, sabato e domenica dalle 19.00 ora italiana, perché la scelta musicale che viene fatta da DJ Erasmo rispecchia il vibe della Miami by night, dei party della Magic City, inclusa qualche traccia hiphop!

Si tratta di un programma che vuole essere una vetrina sulle nuove tendenze a Miami, ma anche nel resto degli States. Agli ascoltatori facciamo vivere tutti gli eventi mondani, fashion e artistici che hanno luogo in questa città che, come ben sai, è considerata la capitale mondiale dei party!!!

Cosa ti manca dell’Italia?

Uhhhh… dell’Italia mi manca soprattutto la nostra buona cucina, i nostri prodotti nostrani e quella meravigliosa focaccia con i buchi e il sale grosso!!

“Natale a Miami” non è solo un film… per te, che nella Magic City ci abiti, è una realtà.

A Miami non si può certo parlare di bianco Natale, vero? E la neve un po’ ti manca?

Sì, la neve mi manca molto, specialmente a Natale! Anche se nel parco di Downtown Miami hanno costruito una montagnetta e spruzzano neve artificiale, così grandi e piccini possono divertirsi a scendere con la slitta per sentire maggiormente il clima natalizio… considera che per Natale a Mami c’è una media di 25 gradi centigradi, e si va in spiaggia a fare i pupazzi di sabbia, aspettando Babbo Natale che qui arriva direttamente dall’oceano con la moto d’acqua!

A Miami, dove convivono più culture e il Natale è il risultato di un mix di tradizioni provenienti da diverse parti del mondo, come si festeggia il Natale?

Gli americani festeggiano il Natale a partire dalla mattina del 25 quando in pigiama aprono i regali, iniziano a scattare foto e continuano poi a festeggiare con il brunch, che è una prima colazione e pranzo insieme, e poi fanno il cenone alla sera. Mentre la comunità latina inizia a festeggiare il 24 notte, la Vigilia, che loro chiamano La Nochebuena… i bambini però vanno a dormire e solo l’indomani aprono i regali e festeggiano con tutti i parenti.

Raccontaci del tuo Natale. Hai mantenuto intatte, insieme a tuo marito, le tradizioni italiane del cenone della Vigilia e del pranzo di Natale?

Sì, noi festeggiamo all’italiana, quindi facciamo il cenone alla Vigilia! 

E l’alberello l’hai fatto? O hai addobbato una palma?

No, sono fedelissima alle nostre tradizioni, quindi faccio l’albero di Natale, ma non uso un albero vero, bensì uno artificiale e mi piace farlo un po’ in anticipo… pensa che quest’anno era pronto già il 20 di novembre!!!

Le scuole e le chiese organizzano eventi speciali in occasione delle feste: concerti e cori di Natale, spettacoli, progetti di beneficenza e molto altro. C’è un progetto di beneficienza a cui tieni particolarmente?

Le scuole e i comandi di polizia delle varie contee organizzano raccolte di cibo e di giocattoli per le famiglie che non hanno possibilità economiche e spesso anche in molti uffici viene messo il “sacco di Babbo Natale” per chi vuole portare dei giochi per i bambini meno fortunati.

Ma qui a Miami, così come nel resto degli Stati Uniti, si pensa molto anche agli animali, e in maniera ancor più coinvolgente in questo periodo dell’anno, organizzando adozioni a metà prezzo con happy hour sia per umani che per i nostri amici a 4 zampette, come fa per esempio La Humane Society of Greater Miami e il rifugio comunale di Miami, il Miami Dade Animal Services.

Grazie Vicky, grazie di cuore per questa bella intervista!

Grazie a te Elena… e a tutti auguro Love & Light

Leave a comment